Ma invece di essere lei stessa sotto i riflettori, preferisce attirare l’attenzione su coloro che le stanno a cuore: sui bambini che sono senzatetto, che subiscono abusi, che hanno pensieri suicidi.

Ma invece di essere lei stessa sotto i riflettori, preferisce attirare l’attenzione su coloro che le stanno a cuore: sui bambini che sono senzatetto, che subiscono abusi, che hanno pensieri suicidi.

75 anni con radici tedesche.

Ma invece di essere lei stessa sotto i riflettori, preferisce attirare l’attenzione su coloro che le stanno a cuore: sui bambini che sono senzatetto, che subiscono abusi, che hanno pensieri suicidi.

“Fa qualcosa che normalmente i nobili non fanno”

Invece di una grande festa in suo onore, ci sarà un seminario all’Oscar Theatre di Stoccolma, che si concentrerà sulle basi che la Regina sostiene. Uno di questi è la World Childhood Foundation, che Silvia ha istituito nel 1999 per garantire che i bambini di tutto il mondo siano protetti meglio dagli abusi sessuali. “Gli svedesi rispettano molto l’impegno della regina nei confronti dei bambini”, afferma l’esperto di aristocrazia e autore Roger Lundgren. “Ha abbattuto i confini, parla dell’indicibile. Fa qualcosa che i nobili normalmente non fanno.” Molti paesi hanno cambiato le leggi per la protezione dei bambini a causa sua.

Silvia è considerata la salvatrice della monarchia

Silvia Sommerlath di Heidelberg non solo ha girato la testa dell’allora principe ereditario Carl Gustaf. “Ha salvato la monarchia”, è convinto Lundgren. Quando il re svedese Gustav VI. Adolf morì nel 1973 e Carl XVI, 27 anni. Gustavo divenne re quando non molti svedesi avrebbero creduto nel futuro della monarchia.

© imago / ZUMA / Keystone Silvia sul suo matrimonio con Carl Gustaf nel 1976

Il cosiddetto principe del partito non era all’altezza del ruolo. Non si sapeva ancora che un anno prima alle Olimpiadi di Monaco avesse incontrato una giovane donna che non riusciva più a uscire dalla sua testa. Silvia lavorava lì come hostess e, grazie alle sue abilità linguistiche, era responsabile dei VIP. “Carl Gustaf li ha osservati con il binocolo e alla fine li ha invitati a cena”, ha riferito l’esperto di aristocrazia. Il resto è storia.

Primi giorni difficili in fattoria

La prima volta a corte non è stata facile per il giovane tedesco che viveva in Brasile da dieci anni. “Vengo da un ambiente completamente diverso e c’erano cose che dovevo imparare, soprattutto la lingua”, ha detto in un’intervista con la Kungliga Magasinet. Inoltre, non c’era donna a corte che potesse insegnarle come comportarsi, perché sua suocera era già morta. Alla fine ha ricevuto aiuto da Ingrid, moglie del re danese Frederik.

© Anna-Lena Ahlström, Kungahuset.se Silvia e Carl Gustaf con la loro figlia maggiore Victoria e la loro famiglia

È grazie all’apertura di Silvia che la famiglia reale è tornata ad essere popolare tra il popolo svedese. Anche le sue radici l’hanno aiutata, dice la stessa regina in un’intervista ufficiale. “Dicono che ho un cuore brasiliano, una testa tedesca e un’anima svedese”.vit 4 La sua spontaneità spesso l’ha aiutata come regina. “Quando incontro così tante persone, penso che sia molto importante essere spontanei e non troppo timidi. Le mie squadre portoghesi e brasiliane mi hanno aiutato molto nell’aprire le porte e nel connettermi con le persone che ho incontrato. “

Lundgren: “Ha il dono unico di vedere davvero le persone con cui parla. Quando entra, puoi letteralmente sentire la sua presenza.” Sua figlia, la principessa ereditaria Victoria, ha la stessa abilità. Un altro motivo per cui la monarchia è di nuovo molto popolare tra gli svedesi. Ci sono programmi speciali in televisione per il 75 ° compleanno della regina e i giornali hanno pagine extra.

© Jonas Ekstromer, Kungahuset.se La regina Silvia con la sua famiglia – la folla di nipoti è cresciuta costantemente negli ultimi anni

Leggi le notizie per 1 mese ora gratuitamente! * * Il test termina automaticamente.

Altro su questo ▶

NOTIZIE DALLA RETE

Vinci subito auricolari true wireless da JBL! (E-media.at)

Nuovo accesso (yachtrevue.at)

8 motivi per cui è bello essere single (lustaufsleben.at)

Hamburger di gamberi al salmone con maionese al wasabi e cetriolo al miele (gusto.at)

Nella nuova tendenza: Shock-Down: per quanto tempo l’economia può resistere ai blocchi? (Trend.at)

Le 35 migliori serie per famiglie per ridere e sentirsi bene (tv-media.at)

E-Scooter a Vienna: tutti i fornitori e prezzi 2020 a confronto (autorevue.at)

Commenti

Registrati

Connettiti con facebook

Questa settimana la capitale dell’Austria è stata autorizzata a partecipare presto per una visita reale dalla Svezia.

Principessa ereditaria Victoria

è stato ospite a Vienna.

Mercoledì, la principessa ereditaria Victoria si è recata dalla Svezia a Vienna per tenere una conferenza sulla sostenibilità della ricerca nucleare presso l’Agenzia per l’energia atomica IAEA nella città delle Nazioni Unite. Per la 41enne erede al trono, che da anni si dedica alla tutela dell’ambiente, questa è stata una faccenda del cuore.

Era anche un desiderio speciale della Principessa ereditaria quella di visitare i cavalli lipizzani alla Scuola di equitazione spagnola. Su loro richiesta, sono state organizzate una dimostrazione privata e una visita guidata alla stalla. Se guardi le foto che la famiglia reale svedese ha pubblicato sulla loro pagina Instagram, Victoria ha apprezzato molto la visita.

La visita della principessa ereditaria Victoria a Vienna è stata limitata a un giorno, dopo una breve deviazione all’ambasciata svedese, è tornata a casa a Stoccolma per tornare dal marito, il principe Daniel e dai figli Estelle e Oscar, che erano rimasti a casa. ottenere.

Leggi le notizie per 1 mese ora gratuitamente! * * Il test termina automaticamente.

Altro su questo ▶

NOTIZIE DALLA RETE

Vinci subito auricolari true wireless da JBL! (E-media.at)

Nuovo accesso (yachtrevue.at)

8 motivi per cui è bello essere single (lustaufsleben.at)

Hamburger di gamberi al salmone con maionese al wasabi e cetriolo al miele (gusto.at)

Nella nuova tendenza: Shock-Down: per quanto tempo l’economia può resistere ai blocchi? (Trend.at)

Le 35 migliori serie per famiglie per ridere e sentirsi bene (tv-media.at)

E-Scooter a Vienna: tutti i fornitori e prezzi 2020 a confronto (autorevue.at)

Sottosegretario di Stato per le arti e la cultura

Ulrike Lunacek

(Verdi) hanno annunciato oggi le loro dimissioni. Nell’affrontare le misure devastanti contro la crisi della corona per l’industria della cultura, è stata pesantemente criticata.

Il fatto che Werner Kogler avesse scelto Lunacek per la Segreteria di Stato per l’arte e la cultura è stata una sorpresa. Le furono assegnate ogni sorta di competenza, ma la cultura e l’arte non erano tra queste. La scena sicura di sé – per usare un eufemismo – ha reagito di conseguenza sin dall’inizio. C’era anche vento contrario all’interno dei nostri ranghi, poiché Eva Blimlinger, ex rettore dell’Accademia di Belle Arti e oggi membro del Consiglio Nazionale, è stata pubblicamente insultata per non essere stata scelta.

Certo, la bassa austriaca di quasi 63 anni non è stata troppo intelligente nel suo breve mandato. Non si aveva mai l’impressione che l’interprete, che in realtà è specializzata in politica europea e internazionale in generale, si sentisse troppo a suo agio nel suo nuovo ruolo.

Circostanze sfortunate

Probabilmente non sarebbe stato così tragico se non fosse stato per la crisi della corona e l’area di cui era responsabile non fosse stata una delle industrie più colpite. Un’apparizione estremamente sfortunata dalla parte del vice cancelliere Werner Kogler su un possibile allentamento ha portato alla fine gli operatori culturali contro di loro. Il fatto che non sia stata in grado di definire vie d’uscita dalla crisi fino alla fine le ha fatto piovere addosso una tempesta di merda mediatica, particolarmente amara per i Verdi, poiché il partito poteva sempre essere sicuro delle dimostrazioni di simpatia dalla scena.

In qualche modo, alla fine, è stato probabilmente troppo stupido per Lunacek, anche se il secondo fallimento in poco tempo è sicuramente amaro. Forse è stato anche peggio per lei quando, due anni fa, dopo la partenza frettolosa di Eva Glawischnig, ha votato per i Verdi allora divisi in Consiglio Nazionale ed è successo il quasi impensabile che il partito è stato cacciato dal Consiglio Nazionale.

Politico politico europeo

Lunacek aveva anche avuto successo con gli elettori, quindi poteva aspettarsi il 14,5% per i Verdi come miglior candidato alle elezioni europee del 2014. Ha dimostrato che le cose si sono complicate politicamente quando è stata in grado di sostituire il veterano Johannes Voggenhuber a capo della delegazione europea alcuni anni prima.

A Bruxelles è stata riconosciuta come una figura politica al di là delle linee di partito. Era importante per lei, che ha avuto una relazione con una donna peruviana per molti anni, che l’uguaglianza giuridica per gli omosessuali fosse sempre importante. Nella politica europea, il Kosovo è diventato la loro regione focale. Là è stata relatrice per il Parlamento europeo, che ha anche presieduto come vicepresidente.

Buone condizioni in verde turchese

Lunacek è considerato un pragmatico all’interno dei Verdi e quindi non si adattava così male a una costellazione verde turchese. Fin dall’infanzia non era estranea alle posizioni nel Partito popolare, poiché proveniva da una famiglia conservatrice. Suo padre era, tra le altre cose, direttore generale di Raiffeisen Ware, e la famiglia viveva nella Bassa Austria e Vienna come una famiglia della classe media.

Il giovane Lunacek è stato attirato nel mondo da lì. Dopo un anno di scambio negli Stati Uniti, ha studiato interpretazione per l’inglese e lo spagnolo a Innsbruck. È stata coinvolta nella creazione del centro di accoglienza femminile di Innsbruck, direttrice della rivista “Südwind” e presidente dell’associazione “Frauensolidarität”. Ulteriori stazioni dell’appassionata nuotatrice, che ha collezionato numerose medaglie agli Eurogames per atleti omosessuali: il club sportivo per lesbiche e amiche “Marantana”, il forum austriaco di lesbiche e gay e il “TheaterBrett” di Vienna, dove si è esibita come una pantomima.

Se sono attratti dalla cultura all’indomani della politica, nonostante questa rilevante esperienza, si può dubitare dopo le ultime settimane.

Sulla persona: Ulrike Lunacek è nata il 26 maggio 1957 a Krems an der Donau. Ha studiato interpretazione inglese e spagnola presso l’Università di Innsbruck, si è occupata a livello nazionale e internazionale di questioni femminili e sociali, ha lavorato come giornalista ed è attiva con i Verdi dagli anni ’90. Nel 1996 è diventata manager federale. Dal 1999 in poi, Lunacek è stata membro del Consiglio nazionale per un decennio prima di passare al Parlamento europeo, dove è diventata vicepresidente. Nella loro seconda corsa come miglior candidato per le elezioni europee, i Verdi hanno ottenuto il 14,5% nel 2014 e quindi il miglior risultato storico in un sondaggio nazionale. Da gennaio 2020 ha ricoperto la carica di Sottosegretario di Stato per l’arte e la cultura in Vice Cancelleria.

Leggi le notizie per 1 mese ora gratuitamente! * * Il test termina automaticamente.

Altro su questo ▶

NOTIZIE DALLA RETE

Vinci subito auricolari true wireless da JBL! (E-media.at)

Nuovo accesso (yachtrevue.at)

8 motivi per cui è bello essere single (lustaufsleben.at)

Hamburger di gamberi al salmone con maionese al wasabi e cetriolo al miele (gusto.at)

Nella nuova tendenza: Shock-Down: per quanto tempo l’economia può resistere ai blocchi? (Trend.at)

Le 35 migliori serie per famiglie per ridere e sentirsi bene (tv-media.at)

E-Scooter a Vienna: tutti i fornitori e prezzi 2020 a confronto (autorevue.at)

Estate, sole, amore per il giardino: le nuove foto dei due bambini di

La principessa Vittoria di Svezia e il principe Daniel diffondono un buon umore.

In realtà concedi

La principessa ereditaria Victoria e il principe Daniel di Svezia

raramente uno sguardo nel loro castello privato Haga. Ma ora stanno mostrando i loro figli nel giardino privato.

© Linda Broström, Corte reale di Svezia I fratelli si sentono bene nella natura

Infanzia spensierata

Le istantanee estive della principessa Estelle e del suo fratellino, il principe Oscar, ce l’hanno

Famiglia reale svedese tramite Instagram

e condiviso il sito web ufficiale del palazzo. Con i fan sui social, le immagini che mostrano quanto il bambino di sette e il bambino di tre anni si godano le vacanze estive sono abbaglianti.

“Estelle sembra una mini versione di Victoria”, qualcuno scrive a proposito della foto e si riferisce a quella su cui Estelle è in piedi con suo fratello in giardino e sorride alla telecamera.

Messaggio per intenditori

Le immagini allegre e idilliache sono intitolate con la parola: “Vacanze estive” – ​​Estelle e Oscar le stanno ancora godendo a casa al castello di Haga. Il messaggio, che fa scattare la voglia di estate e di vacanze in tutti gli spettatori, è ben accolto.

© Linda Broström, The Royal Court of Sweden Il principe Oscar ci mostra un bruco

I fan di Royal scrivono molti commenti sulle immagini: “I bambini stanno benissimo”. Molti dei commenti sono solo: “Così carino”, “Adorabile”, Questi due sono semplicemente adorabili “o” Goditi le vacanze estive “. Il fatto che loro due lo facciano difficilmente può essere trascurato.

Leggi le notizie per 1 mese ora gratuitamente! * * Il test termina automaticamente.

Altro su questo ▶

NOTIZIE DALLA RETE

Vinci subito auricolari true wireless da JBL! (E-media.at)

Nuovo accesso (yachtrevue.at)

8 motivi per cui è bello essere single (lustaufsleben.at)

Hamburger di gamberi al salmone con maionese al wasabi e cetriolo al miele (gusto.at)

Nella nuova tendenza: Shock-Down: per quanto tempo l’economia può resistere ai blocchi? (Trend.at)

Le 35 migliori serie per famiglie per ridere e sentirsi bene (tv-media.at)

E-Scooter a Vienna: tutti i fornitori e prezzi 2020 a confronto (autorevue.at)

Commenti

Registrati

Connettiti con facebook

La giovane principessa svedese Estelle era a un concerto della band metal dei Metallica (“Nothing Else Matters”. La bambina di sette anni ei suoi genitori, la principessa ereditaria Victoria e il principe Daniel, hanno avuto un bel concerto serale nello stadio di calcio di Göteborg martedì sera, ha detto una portavoce della famiglia reale. il giornale “Göteborgs-Posten”.

La portavoce ha detto all’agenzia di stampa tedesca che si potrebbe sicuramente dire che Estelle è una fan del gruppo. È la seconda volta che vede i Metallica. In linea con questo – e basato su uno dei grandi successi mondiali della band – il giornale “Aftonbladet” aveva il titolo: “Nothing Estelle Matters”.

Leggi le notizie per 1 mese ora gratuitamente! * * Il test termina automaticamente.

Altro su questo ▶

NOTIZIE DALLA RETE

Vinci subito auricolari true wireless da JBL! (E-media.at)

Nuovo accesso (yachtrevue.at)

8 motivi per cui è bello essere single (lustaufsleben.at)

Hamburger di gamberi al salmone con maionese al wasabi e cetriolo al miele (gusto.at)

Nella nuova tendenza: Shock-Down: per quanto tempo l’economia può resistere ai blocchi? (Trend.at)

Le 35 migliori serie per famiglie per ridere e sentirsi bene (tv-media.at)

E-Scooter a Vienna: tutti i fornitori e prezzi 2020 a confronto (autorevue.at)

Commenti

Registrati

Connettiti con facebook

Regina Silvia

, La principessa ereditaria Victoria e la principessa Estelle hanno visitato lo zoo e hanno visitato panda, leoni, elefanti e così via. Infine, gli ospiti d’onore hanno dato da mangiare alle due giraffe Fleur e Sofie insieme.

Principessa Estelle

si rivelò essere un “grande amante degli animali e aveva molte domande sugli amici a quattro zampe” secondo una trasmissione dallo zoo.